INFORMAZIONI UTILI AL CLIENTE

Nuova Normativa Compro Oro

Il Decreto Legislativo n°92 del 25 maggio 2017 introduce una disciplina ad hoc per i Compro Oro.

Ecco le principali novità introdotte dal decreto, entrate in vigore a partire dal 4 Luglio 2017:

  • obbligo di identificazione della clientela: prima di eseguire l’operazione l’addetto deve identificare il cliente in base alla normativa antiriciclaggio;
  • limite di 500 euro per l’uso del contante: la soglia per l’uso di denaro contante è stata abbassata da 1.000 euro a 500 euro; le operazioni di importo pari o superiore a 500 euro possono essere eseguite esclusivamente con mezzi di pagamento diversi dal denaro contante, che garantiscano la tracciabilità dell’operazione e la sua univoca riconducibilità al disponente, come assegni e bonifici bancari;
  • tracciabilità delle operazioni di acquisto e vendita dell’oro: gli operatori sono obbligati ad utilizzare un conto corrente dedicato in via esclusiva a tale tipologia di transazioni finanziarie; per ogni operazione di compro oro effettuata occorre compilare una scheda numerata progressivamente indicante una serie di elementi, fra i quali: i dati identificativi del cliente, il prezzo pagato e il metodo di pagamento, la descrizione dell’oggetto prezioso, la quotazione dell’oro e dei metalli preziosi contenuti nell’oggetto. Bisogna inoltre effettuare due fotografie dell’oggetto prezioso ecc.; a compravendita avvenuta gli operatori rilasciano al cliente una ricevuta riepilogativa delle informazioni sopra elencate;
  • obbligo di conservazione: i dati identificativi dei clienti, le schede numerate e la copia della la ricevuta riepilogativa devono essere conservati per 10 anni;
  • obbligo di segnalazione delle operazioni sospette: gli operatori dei compro oro sono tenuti ad inviare all’UIF le segnalazioni di operazioni sospette secondo le norme in tema di antiriciclaggio (Decreto Legislativo n. 231/2007, nel testo modificato dal Decreto Legislativo n. 90/2017) entrato in vigore dal 4 luglio 2017;
Decreto Legislativo 25 maggio 2017, n. 92 Decreto Legislativo n. 231/2007 Decreto Legislativo n. 90/2017

Legge T.U.L.P.S.

  • IMPONE l’obbligo di effettuare fotocopie degli Oggetti e del Documento di Identità.
  • VIETA l’acquisto dell’Oro e di qualsiasi altro metallo prezioso dai minorenni oppure da chi è sprovvisto del Documento di Identità.
  • OBBLIGA a conservare inalterati gli oggetti per 10 giorni.

Diffidate sempre e segnalate alle autorità competenti chi non rispetta queste regole, in quanto questo comportamento potrebbe farvi incorrere in pericolose sanzioni Penali.

Il Preventivo

  1. Pesa sempre gli oggetti prima di recarti in un Compro Oro.
  2. Controlla che nel negozio la bilancia sia a norma e in vista.
  3. Controlla che il prezzo sia essere reale e netto per i grammi venduti.
  4. Assicurati che ci sia la massima trasparenza e visibilità.
  5. Fatti rilasciare sempre una ricevuta (*) dell’operazione.

(*) La ricevuta deve essere molto chiara e descrittiva sia del peso che degli oggetti; Questo oltre a far capire la trasparenza e la serietà dell’azienda, ti cautela per la Legge T.U.L.P.S. “Testo Unico Legge di Pubblica Sicurezza” Art.127.

Perché investire in oro?

Materia prima. Valuta. Oggetto d’investimento. La storia dell’oro è lunga decine di secoli. Eppure ancora oggi INVESTIRE NELL’ORO RAPPRESENTA UNA VIA CERTA in grado di fornire al risparmiatore sicurezza e stabilità. Mentre il potere di acquisto di moltissime valute è diminuito nel corso dell’ultimo secolo, quello dell’oro è rimasto stabile e poco sensibile alle fluttuazioni internazionali e agli scossoni dovuti ad assestamenti geo-politici. Insomma, l’oro, secondo molti economisti, protegge gli investimenti fatti nel lungo periodo, superando indenne sia periodi inflazionistici che deflazionistici. L’oro rappresenta quindi un BENE RIFUGIO. Inoltre è portabile e divisibile, è indistruttibile ed è facilmente riconoscibile e accettabile in forma di pagamento. È infatti uno tra i beni economici mondiali maggiormente “liquidi”: può essere venduto 24 ore su 24 in uno o più mercati di tutto il mondo.

“Se vedete l’oro come un’opportunità di mantenere i vostri valori nel tempo non esitate ad investire in oro acquistando una moneta o un lingotto.”

Investire in oro vi permetterà di mantenere il vostro valore acquisito al riparo da ogni inflazione o deprezzamento del denaro. L’oro non invecchia e non si rovina. L’oro non ha bisogno di essere dichiarato come bene o nella dichiarazione del conto corrente. Sicuramente l’oro ha un rischio in quanto bene ma si tratta di un rischio che oggi, nel mantenere il denaro liquido, paga ogni cittadino attraverso l’inflazione. Il denaro di anno in anno perde il suo potere d’acquisto. Investire in oro e in argento, inoltre, è un modo per diversificare il vostro portafoglio d’investimento e quindi per ridurre il rischio.